Archivi tag: regole web

Incontro con un vero Artista – perchè una pagina Facebook con 5mila like non porta risultati

Oggi ho avuto la fortuna di poter incontrare una persona un po’ particolare che mi ha chiesto una mano per poterlo aiutare a vendere il suo prodotto.

Perché parlo di fortuna e di persona particolare?

Semplicemente perché lui si definisce un artigiano ma io lo definirei un vero artista.

Detto questo il nostro incontro è stato molto positivo per certi versi e negativo per altri (dal punto di vista economico per me).

Ma vado subito alla spiegazione del punto 1 e del perché questo incontro è stato così particolare e positivo.

Questo artista, di cui non faccio nome, riesce a riprodurre qualsiasi cosa come fosse un pittore ma utilizzando il bronzo.

Sono opere davvero uniche e possono trovare diverse collocazioni sia nel mondo dell’arte e quindi dei collezionisti, sia anche in case di benestanti che amano le opere uniche.

Opere che quindi non possono essere riprodotte in nessun modo, proprio perché resta l’unicità e l’artigianalità che questo personaggio riesce a dargli.

Il suo problema, che lui stesso conosce benissimo, è non sa nulla della materia del web!!

Non parlo di conoscerla a livello tecnico, dico proprio che non sa come si utilizza in tutte le sue forme.

Non frequenta Facebook, non ha un sito web, non ha un profilo Instagram o una scheda MyBusiness di Google, nè tanto meno saprebbe da dove partire per cominciare.

Tutto ciò che lui possiede è stato creato in modo discreto dal figlio; parliamo principalmente di una pagina professionale su Facebook che ha in sé circa 5 mila like.

Non male viene subito da pensare!!

Ciò che giustamente lui lamenta è che di questi 5 mila like nessuno mai ha acquistato un solo pezzo delle sue opere; sia che siano pezzi di poco valore o realmente importanti.

Quindi in realtà questa pagina con 5mila like non porta i risultati sperati.

Continua a leggere

Come scegliere il nome del dominio

Ciao e benvenuto in questo breve articolo dove ti parlerò del primo passo da fare quando si decide di creare un proprio sito web aziendale e cioè la scelta del nome del dominio del nostro stesso sito.

La scelta del dominio è uno dei principali fattori da analizzare quando si pensa di iniziare a costruire la propria presenza online, quindi se non l’hai ancora creata leggi attentamente quello che sto per dirti.

Su questo argomento ci sono tantissime possibilità di fare una scelta, e per chi vorrà farsi un giro anche su Google potrà verificare che esistono pro e contro per tutti quelli che sono i modi di scegliere il proprio nome del dominio.

Io consiglio sempre di operare in un modo ben specifico che adesso ti spiegherò e ti farò conoscere, ma solo dopo averti anche illustrato prima delle parti fondamentali che devi conoscere.

Vedremo di capire oltre il nome del dominio, quale estensioni utilizzare e se è giusto oppure no inserire i trattini nel nome del dominio.

Può sembrare una cosa banale il nome del dominio, ma ragionarci un po’ su di certo non fa del male, anzi aiuta sempre e comunque a fare scelte migliori.

 

NOMI AZIENDALI, NOMI AZIENDALI CON PAROLE CHIAVE, NOMI CON PAROLE CHIAVE O NOME DI FANTASIA?

Cominciamo col dire che possiamo creare 3 tipologie di nome per il nostro sito e cioè:

  1. Nome aziendale = nome dominio

Questa scelta è fatta principalmente dai grandi brand, o da brand leader di una nicchia di mercato, dove la gente sa già che se parlo di GUCCI per esempio, sto parlando di un’azienda che si occupa di moda lussuosa. Continua a leggere

QUANTO COSTA FAR GESTIRE LA PRESENZA ONLINE DELLA PROPRIA AZIENDA AD UN’AGENZIA ESTERNA O AD UN FREELANCE?

Questa è una di quelle domande che molto spesso mi viene fatta dagli imprenditori per comprendere quali sono i costi che dovranno affrontare per mantenere attivo un sito web ed i loro social network.

In questo piccolo video ed articolo scritto, cercherò di dare delle spiegazioni molto semplici e pratiche per comprendere realmente quando fidarsi e quando evitare di stabilire un rapporto di gestione web.

Continua a leggere

COS’E’ FACEBOOK ED A COSA SERVE NEL BUSINESS – CAPITOLO 1

Ciao e benvenuto in questo primo articolo di quattro, dedicato al social Facebook.

In questi 4 capitoli, cercherò di spiegarti in modo semplice ed intuitivo cos’è facebook e come utilizzarlo per la tua attività.

Al terzo capitolo potrai scaricare anche un tutorial per poter costruire in modo corretto la tua pagina professionale, o se ne hai già una, potrai migliorarla.

Da oggi quindi se sei interessato a questo argomento, ti consiglio di guardare questa immagine 

Correva l’anno 2004 quando Facebook, il rivoluzionario social network, veniva lanciato in rete con l’intento di mettere in comunicazione tra loro prima gli studenti dell’università di Harvard, e successivamente tutti gli studenti di Boston.

Tutti sappiamo adesso che Facebook è arrivato a mettere in comunicazione il mondo intero, o quasi.

Ma cos’è facebook in parole povere??

Facebook è un bar!!! Continua a leggere

ECCO PERCHE’ UN BAMBINO DI TERZA ELEMENTARE E’ L’UNICO IN GRADO DI CAPIRE IL TUO SITO WEB.

Qualche giorno fa, mentre stavo per uscire di casa per fare una consulenza, mi sono imbattuto in un quaderno di mio figlio che stava facendo i compiti.

Mi ha catturato immediatamente l’immagine del diagramma di flusso che aveva disegnato, e quando ho letto ciò che avevano scritto in classe sono rimasto folgorato da tanta chiarezza.

Mi ha talmente catturato che mi è venuta una voglia matta di scrivere un articolo, ed eccomi qua che lo faccio.

Qui puoi vedere quello che è stato scritto.

In questo brevissimo diagramma è spiegato come una persona dovrebbe approcciarsi alle lettura, o allo studio di un qualsiasi testo scritto (e potrei dire lo stesso in video).

La sintesi è semplice: Continua a leggere

PERCHE’ IL WEB E’ UNA COSA SEMPLICE ED ALLA PORTATA DI TUTTI??

Durante tutti questi anni in cui ho potuto studiare e mettere in pratica una serie di tecniche per creare una presenza online per le aziende con cui collaboro, ho notato semplicemente una cosa: “IL WEB E’ UNA COSA SEMPLICE ma soprattutto ALLA PORTATA DI TUTTI”.

Spesso mi sono ritrovato di fronte ad inserzioni su facebook piuttosto che a ricerche su google che cercavano di insegnarmi fantomatiche strategie su come conquistare clienti sul web, grazie all’ultima stupefacente tecnica segreta arrivata direttamente dagli stati uniti d’America, piuttosto che dalla foresta incantata della Transilvania.

Nulla di sbagliato, ci mancherebbe altro, anzi a volte funzionano anche, ma tutto questo baccano viene fatto solo ed esclusivamente per tirar dentro proprio dei nuovi potenziali clienti che magari vedono qualche risultato e quindi sono disposti successivamente ad acquistare da te.

Purtroppo però spesso è solo baccano e poca sostanza.

Si pensa che il web sia una cosa differente dal mondo reale, si pensa che nel web gli utenti abbiano dei comportamenti particolari, si pensa che il web sia un posto dove solo grandi esperti possono competere per accaparrarsi i potenziali clienti. Continua a leggere

LE SUPERCAZZOLE NEI SITI WEB – la tecnica segreta che ti aiuterà a scrivere testi che migliorano la tua presenza online

L’ultimo articolo che ho scritto la scorsa settimana, narrava le gesta eroiche delle frasi scritte sui siti web…

Non è vero!!!

Nell’ultimo articolo ho messo all’inferno 9 tipi di frasi che se usate nelle descrizioni e spiegazioni in un sito web, non servono a nulla, anzi molte volte generano solo confusione nel lettore.

Peggio di una semplice frase, ci sono dei paragrafi che sono delle vere e proprie supercazzole.

Non sai cosa sia una supercazzola???

Ok ti faccio un esempio tratto dal film “AMICI MIEI” – film storico interpretato da dei grandi attori del cinema italiano.

La loro supercazzola dice all’incirca questo:

“Antani come se fosse antani, bituminato alla supercazzola del primo o del secondo scappellamento a destra per due??”

Come vedi è una frase dove un’accozzaglia di parole provano a dare un senso che non esiste.

Mentre questa è stata voluta, e spesso per gioco si utilizza per scherzare con gli amici, nei siti web nascono dopo lunghe ed approfondite ricerche, e si utilizzano per far comprendere qualcosa al lettore. Continua a leggere

VIAGGIO ALL’INFERNO DELLE FRASI PIU’ INUTILI DEI SITI WEB.

Negli ultimi mesi sono stato davvero impegnato nell’ideare, preparare, testare e dare vita a dei workshop che mi hanno davvero riempito di soddisfazione.

Workshop che continueranno a fare, e che si evolveranno sempre in meglio.

Ma oggi è giunto il momento di ricominciare a scrivere.

Durante i workshop c’è una parte che trattiamo, che fa davvero riflettere molto, soprattutto fa riflettere chi ha già un sito web.

Chi riflette è appunto chi è coinvolto, e mentre ci pensa magari cerca di nascondersi, allo stesso modo di quando la professoressa doveva interrogare, e si cercava in qualche modo di diventare invisibili.

Sensazioni uniche che riusciamo a provare solo quando sappiamo di essere in difetto e di aver non fatto bene qualcosa.

La parte di cui parlo è l’inutilità delle frasi usate nei siti web.

Frasi che andrebbero abolite e bannate senza possibilità di reintegro.

Purtroppo la stragrande maggioranza dei siti, (ma non solo i siti, molto spesso anche volantini pubblicitari, o altre forme di comunicazione) sono tempestati da queste frasi che se prese ed analizzate, sono davvero qualcosa che potrebbero far rabbrividire un cadavere.

Essendo un amante di Dante Alighieri ho pensato di posizionarli in 9 cerchi dell’inferno, in modo da creare una similitudine tale da far bloccare te mio lettore nel momento in cui dovessi mai essere tentato di utilizzarle, oppure di farti correre ai ripari andando ad eliminarle immediatamente se il tuo sito ne presenta qualcuna.

Sarò il Caronte di questo articolo, dannato anche io, ma con lo scopo di trasportare queste frasi dannate all’inferno.

Ma iniziamo subito a bomba dal primo cerchio ed andiamo avanti fino ad arrivare nel profondo Continua a leggere

PERCHE’ FARSI UN SITO E’ MEGLIO CHE FARSELO FARE???

La funzione che deve svolgere un sito web è:

PARLARE AL POSTO TUO, ESATTAMENTE COME QUANDO SEI IN UNA TRATTATIVA.

Il problema che spesso si verifica è che i siti web parlano di prodotti, servizi e non hanno nessun tipo di comunicazione che spinga un utente ad acquistare da te.

Sono quasi tutti incentrati sul parlare della meravigliosa qualità del prodotto che offriamo, senza pensare che dall’altra parte abbiamo una persona e non un ebete qualunque.

Se sei un commerciante, un libero professionista, o un imprenditore di qualunque settore, il tuo obiettivo è vendere qualcosa.

Se sei una persona scaltra ed intelligente, riesci a portare a termine trattative ottime e succulente dal punto di vista economico, quando hai un potenziale cliente di fronte a quattr’occhi.

Perché quindi un sito web deve essere diverso da te??

Perché nel sito web si parla come se ci fosse un ebete a leggere, che acquisterebbe solo perché il tuo sito è graficamente bello ed è pieno di prodotti??

Sbaglio o comunque quando fai una trattativa di lavoro la cosa risulta un tantino più complessa di quello che viene scritto in un normale sito web??

Ecco questo è uno dei principali motivi per cui un sito web non funziona e non serve assolutamente a nulla. Continua a leggere

COS’E’ LA PRESENZA ONLINE??

LA PRESENZA ONLINE è quella cosa dalla quale nel 2017 se hai un’attività in proprio, se sei un imprenditore, se sei un libero professionista, non puoi prescindere.

Se pensi ancora che il passaparola sia la tua arma vincente nel business, devi sapere che molto probabilmente non ti accorgi che c’è gente lì fuori disposta a cambiarti in qualsiasi momento per qualcuno o qualcosa che è presente più di te nella sua vita quotidiana.

Il moderno passaparola rispetto al vecchio si verifica per il 75% dei casi online a differenza di prima che avveniva offline.

Con questo, non voglio dire che il vecchio non esiste più, ma posso affermare con certezza che ha un potere molto più limitato rispetto a prima e rispetto a quello che tu possa pensare.

Se ancora c’è e comunque ci sarà, bisogna sicuramente benedirlo, ma poggiare il proprio business solo su questo è da ritenersi folle.

Il vecchio passaparola è sicuramente efficace, e permette chiusure delle trattative molto più alte rispetto ad una trattativa con un potenziale cliente che non ci conosce, ma ha un problema a cui non si può trovare facilmente soluzione, e cioè la lenta divulgazione.

Infatti capita spesso, ed oggi ancor di più, che il passaparola offline arrivi dopo che il potenziale cliente ha già acquistato un prodotto o un servizio simile al tuo; e guarda caso il potenziale acquirente viene a conoscenza di te giusto qualche giorno dopo l’acquisto.

Sempre più spesso siamo di fronte a situazioni in cui tantissime aziende producono profitti grazie ad un post su facebook, ad un articolo di un blog, a delle campagne pubblicitarie mirate a rendere la propria immagine diversa e più penetrante nella mente degli utenti. Continua a leggere